Indicazioni di cura: legenda

Ciao! Vuoi adottare una delle piante dal nostro negozio online ma non sei sicuro delle sue esigenze? Nella scheda di ogni pianta trovi questo schema:

Fabbisogno di luce: basso / medio / alto

Fabbisogno di acqua: basso / medio / alto

I valori in grassetto sono quelli specifici della pianta in questione. Nell’esempio sopra la pianta ha quindi un fabbisogno di luce medio e uno di acqua alto. Comprenderai che una classificazione così schematica non può essere esaustiva e va presa con le pinze, ma crediamo sia un buon punto di partenza per capire se una pianta può fare o meno al tuo caso. Di seguito spieghiamo cosa intendiamo con le definizioni che utilizziamo nello schema.

 

Fabbisogno di luce

Partendo dal presupposto che non c’è una pianta che non abbia bisogno di una buona luce (leggi il nostro articolo La luce giusta nel blog o cliccando qui), i termini che utilizziamo cercano di indicare le condizioni minime di luce da assicurare a una determinata pianta.  

  • Basso: buona luce indiretta. Esempi: finestra esposta a Nord; raggi schermati da una tenda filtrante; porzione del cono di luce di una finestra non colpita dai raggi diretti.
  • Medio: ottima luce indiretta o luce parzialmente diretta. Esempi: finestra esposta a Nord a un piano alto o comunque ampia e senza schermature da parte di palazzi o altro; finestra esposta a Est o a Ovest, da cui entrino raggi diretti solo la prima metà della mattina o la seconda del pomeriggio; raggi da una finestra esposta a Sud schermati da una tenda filtrante.
  • Alto: luce diretta. Esempi: finestra a Sud, Sud-Ovest o Sud-Est.

 

Fabbisogno di acqua

Il consiglio che ci sentiamo di dare è di non innaffiare se il terriccio è ancora umido. Cerchiamo di capire con il dito se lo strato immediatamente sotto la superficie sia asciutto e solo in questo caso aggiungiamo acqua. Questa regola è valida per la stragrande maggioranza delle piante da appartamento. Ciò che le differenzia è soprattutto il tempo che può intercorrere da quando il terriccio si è asciugato alla nuova innaffiatura, ovvero la resistenza alla siccità. Avremo quindi un fabbisogno di acqua:

  • Basso: resistenza anche a periodi prolungati di siccità.
  • Medio: resistenza a qualche giorno di siccità.
  • Alto: necessità di innaffiare appena il terriccio si è asciugato.

Contattaci

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt
0

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca